gratis La più grande banca dati online di test d'ammissione alle facoltà

medicina

vetrinaria

odontoiatria

prof sanitarie

psicologia

formazione

architettura

sc_motorie

A partire dall’anno accademico 2010/2011, andrà a regime il processo riformatore dell’Università italiana, avviato con il D.M. 509/99, a cui sono stati apportati una serie di correttivi con il D.M. 270/04.

Una delle principali novità introdotte dalla riforma è la VERIFICA DELLA PREPARAZIONE INIZIALE degli studenti.

Per ciascun corso di laurea, infatti, sono definite le conoscenze che si ritiene lo studente debba necessariamente possedere per iscriversi, ovvero per seguire proficuamente il corso di studio prescelto.

A tale proposito, la normativa vigente consente di classificare i corsi di studio triennali (come le Professioni Sanitarie, Lettere, Matematica, etc.) o magistrali a ciclo unico (come Medicina e Chirurgia, Architettura, etc.) in due tipologie:

  1. i corsi con un test d’ingresso selettivo , che è indispensabile “superare”, ovvero è necessario collocarsi utilmente in graduatoria (entro i posti disponibili), per procedere con l’iscrizione (sono quei corsi che prevedono la somministrazione del cosiddetto “test di ammissione” o “prova di ammissione”, come Medicina e Chirurgia, Scienze della Formazione Primaria, Odontoiatria e Protesi Dentaria, Architettura, etc.);
  2. i corsi con un test d’ingresso non selettivo , ovvero quei corsi come Lettere, Filosofia, Economia e Commercio, Giurisprudenza, etc., in cui in passato per iscriversi era sufficiente aver conseguito il diploma di maturità e non bisognava quasi mai sottoporsi ad un test di ammissione, mentre da settembre 2010 saranno attivate, anche per questi indirizzi di studio, procedure di verifica della preparazione iniziale, quasi sempre con modalità analoghe ai test di ammissione, ma, a differenza di quest’ultimi, l’esito negativo della verifica, non precluderà l’iscrizione, ma assoggetterà lo studente al cosiddetto obbligo formativo aggiuntivo, ossia all’obbligo di colmare le lacune nella propria preparazione di base entro il 10 agosto successivo, pena il proseguimento del ciclo di studi intrapreso.

Sia nel primo caso, che nel secondo, quindi, gli studenti che intendano iscriversi a QUALUNQUE CORSO DI STUDI UNIVERSITARIO di primo livello (i corsi triennali e i corsi magistrali a ciclo unico) saranno costretti a cimentarsi con forme di verifica quasi sempre strutturate con quiz di tipo attitudinale (i cosiddetti quiz di logica e di cultura generale) o di tipo nozionistico (i quiz di matematica, di biologia, di pedagogia, etc.).

Per agevolare il processo di familiarizzazione con i test d’ingresso universitari, aiutando gli studenti ad acquisire le competenze necessarie ad affrontare serenamente e con maggiori chance di successo il passaggio dalla scuola superiore all’università, la direzione del sito “Cadan Educational” ha inteso promuovere la creazione di una banca dati di quiz universitari con l’ambizione di divenire il sito internet di riferimento.

Ultime modifiche: Thursday, 17 March 2016, 17:58